11 ottobre
SAN GIOVANNI XIII
(Papa)

Nato a Sotto il Monte, un piccolo paese in provincia di Bergamo, Angelo Giuseppe Roncalli (questo il suo nome di battesimo) nasce il 25 novembre del 1881 da una famiglia di umili origini. Alla povertà contenta e benedetta lo educa la sua patriarcale famiglia contadina che vive nella cascina «La Colombera», alternando lavoro e preghiera, sotto la guida saggia dello zio Saverio.

Studia al seminario minore di Bergamo prima di trasferirsi a Roma ed essere ordinato prete nel 1904 a piazza del Popolo. Diventa quasi subito sacerdote e segretario del vescovo di Bergamo, facendosi notare per il suo impegno e dedizione.
Durante la Prima Guerra Mondiale diventa tenente cappellano e nel 1921 viene nominato prelato domestico da Papa Benedetto XV. Si oppone al Fascismo e a Mussolini, ritenendo i suoi fini contrari alla dottrina del Vangelo. Fin da giovane inizia a compiere importanti missioni diplomatiche in Bulgaria, ad Istanbul e a Parigi.

Nel 1953 viene fatto cardinale da Papa Pio XII, prima di essere nominato patriarca di Venezia.  Dopo la morte di Pio XII, nel 1958, arriva il momento del conclave. Il 28 ottobre dello stesso anno, Angelo Giuseppe Roncalli viene eletto a sorpresa Papa con il nome di Giovanni XXIII. Si dice che sia stato inizialmente scelto come pontefice di transizione, avendo un'età piuttosto avanzata.

La sua prima operata è stata quella di riformare l'intero collegio cardinalizio e di aggiungerne nuovi membri. E' stato lui a nominare i primi cardinali di colore, filippino e giapponese, oltre a canonizzare il primo santo di colore, Martin de Porres. Viene subito definito come 'Il Papa Buono' grazie ad un rapporto di grande accoglienza e vicinanza nei confronti della gente comune.

Visita i carcerati di Regina Coeli, esce dal Vaticano in numerose occasioni intraprendendo la tradizione della visita domenicale alle altre parrocchie romane. Giovanni XXIII è molto conciliante anche nei riguardi delle altre confessioni religiose, incontrando la Chiesa Evangelica, il capo della Chiesa Anglicana.

Storico il suo Discorso della Luna, pronunciato l'11 ottobre 1962  all'apertura del Concilio Vaticano II,

«Cari figlioli, sento le vostre voci. La mia è una voce sola, ma riassume la voce del mondo intero. Qui tutto il mondo è rappresentato. Si direbbe che persino la luna si è affrettata stasera - osservatela in alto - a guardare a questo spettacolo. ....Tornando a casa, troverete i bambini. Date una carezza ai vostri bambini e dite: questa è la carezza del Papa. Troverete qualche lacrima da asciugare, dite una parola buona: il Papa è con noi, specialmente nelle ore della tristezza e dell'amarezza».

così come la sua enciclica Pacem in Terris, considerato ancora oggi  un brano fondamentale della teologia cattolica sul versante della socialità e della vita civile

La sua salute inizia a peggiorare rapidamente a causa di un cancro allo stomaco, ma Roncalli non si ferma nella sua opera dedicata alla ricerca della pace. Finché non arriva il 3 giugno 1963, giorno nel quale Papa Giovanni XXIII viene colpito da una febbre di 42 gradi, dopo la quale è costretto ad arrendersi. Muore all'età di 81 anni e viene sepolto nelle Grotte Vaticane.
La sua città natale è ancora oggi meta di numerosi pellegrinaggi.

Giovanni Paolo II lo dichiara beato il 3 settembre 2000 e Papa Francesco lo proclama santo il 27 aprile 2014, insieme a Giovanni Paolo II.

Il Martirologio Romano indica come data di culto il 3 giugno,data della sua morte, ma, seguito della canonizzazione, è stata stabilita come unica data a livello universale l'11 ottobre, anniversario dell'apertura del Concilio Vaticano II.  

(www.santodelgiorno.it)
Pubblicato il 10/06/2019